frantoio-macine-fr
frantoio

Cari amici del Frantoio,

vi scrivo per raccontarvi un nuovo ambizioso progetto che la nostra famiglia vuole perseguire e che desideriamo condividere con i tanti ospiti che nel corso di questi 25 anni ci hanno aiutato a crescere e stimolato a migliorarci; a evolverci, rimanendo autentici; a essere innovatori, ma custodi della tradizione.

A tutti quelli che dal Frantoio sono passati, per una notte o per settimane, ma ne preservano il ricordo; a chi qui ha trovato serenità e ispirazione, a chi si è perso e ritrovato, a chi si è innamorato, a chi da qui è ripartito e a chi quando ripensa al Frantoio scappa un sorriso… chiediamo oggi un aiuto.

Un contributo per ricostruire uno dei luoghi simbolo della nostra Masseria: l’antico Frantoio ipogeo – a cui dobbiamo il nostro nome e che è stato pesantemente compromesso dall’alluvione che lo scorso 10 settembre ha colpito la struttura.

Il frantoio è una grotta naturale che esiste da milioni di anni e che l’intelligenza dei nostri progenitori ha trasformato cinque secoli fa in un luogo fresco, buio e un po’ nascosto per preservare i tesori e soprattutto l’oro giallo, al riparo dai predoni, sistematicamente giunti dal mare.

L’inondazione ha ricoperto di fango i tantissimi reperti storici che contiene e che nel corso degli anni abbiamo custodito e preservato perché potessero raccontare anche alle generazioni future la potenza e la bellezza del connubio tra lo splendore della natura e l’ingegno dell’uomo.

Ma noi non intendiamo arrenderci e, come le canne al vento, passata la piena, vorremmo riportare il tutto all’antico splendore. Ci sentiamo custodi di questa incredibile cattedrale del lavoro delle formiche di Puglia e vorremmo che possano continuare a goderne i tanti visitatori curiosi che si innamorano di questa terra dall’immenso patrimonio naturale, ma anche culturale.

Per noi, piccola famiglia, è uno sforzo oneroso. Ma vogliamo compierlo, sperando di poter contare in questo cammino sull’aiuto di tanti che come noi credono che il Frantoio sia un monumento architettonico e un bene comune. Certi che la strada sia meno impervia quando la si percorre insieme, lanciamo un progetto di crowdfunding civico dedicato alla raccolta fondi per il restauro.
Se vi siete innamorati degli ulivi millenari, aiutateci a porre una pietra alla riedificazione della grotta, perché possa tornare a splendere  con i suoi reperti.

Ve ne saremo grati, per sempre, noi e tutti quelli che potranno godere di questo luogo magico in cui il tempo si è fermato.

Grazie, di cuore
Armando Balestrazzi

 

Per permetterci di ridare luce alla grotta del Frantoio ipogeo, abbiamo pensato a diversi tipi di riconoscimento a seconda del vostro contributo. Questi potranno essere ritirati in loco e regalati a chiunque desideriate.

 

Da 10 a 50 €

Targa commemorativa all’interno del Frantoio Ipogeo


Da 51 a 100 € 

Targa commemorativa all’interno del Frantoio Ipogeo e una bottiglia di Tangere Stellas: l’olio commemorativo dei 25 anni di apertura della Masseria


 Da 101 a 250 €

Targa commemorativa all’interno del Frantoio Ipogeo, una bottiglia di Tangere Stellas e il 20% di sconto sulla prima notte di un soggiorno minimo di 2 notti


Oltre 251 €

Targa commemorativa all’interno del Frantoio Ipogeo, una bottiglia di Tangere Stellas, 20% di sconto sulla prima notte di un soggiorno minimo di 2 notti e un pranzo o una cena per 2 persone con menù “Viaggio nella tradizione” 

Per aderire a questa iniziativa è possibile:
  • Effettuare un bonifico*  IBAN IT23Z0101079232100000003563
  • Inviarci una mail a [email protected] per ricevere un codice di pagamento Paypal e il voucher per il “ritiro” del riconoscimento

 

*Dopo aver effettuato il bonifico è necessario scriverci a [email protected] o telefonarci al +39 (0)831.33.02.76 al fine di ricevere il voucher per il “ritiro” del premio